< Indietro | Inizia > S/Lab Modular di Salomon. Una sensazione difficile

S/Lab Modular di Salomon. Una sensazione difficile

Publication date 14/06/2017 00:00

#salomon #modular starstarstarstarstar

Come sempre, la gamma S-Lab non delude. Per gli amanti della leggerezza, della comodità e della qualità, ecco una nuova collezione che soddisferà, sicuramente, tutte le vostre esigenze. La cosa migliore è che l’abbinamento lo create voi stessi. Cosa si può chiedere di più?

cabecera

Assistenza tecnica

Breathability

5

Evacuación sudor

5

Fit

4

Compression

0

Durability

4

Storage

4

In un primo momento, quando ti spiegano la nuova idea creata dalla marca Salomon, non sai bene cosa pensare. Una gamma componibile, in cui sei tu a scegliere i diversi strati, in base alle tue esigenze o ai tuoi gusti. Sinceramente, mi sembrava una scommessa rischiosa. Eppure, Salomon ha conquistato la fiducia di milioni di consumatori, e anche questa volta penso che dimostrerà di meritarla.

Innanzitutto, penso che dovreste vedere quali sono i modelli corrispondenti alla collezione S-Lab modular di Salomon. Per fare ciò, vi allego il video creato dall’azienda stessa per pubblicizzare questa collezione:

Prime sensazioni
Quando si parla di un prodotto della gamma S-Lab ti vengono in mente: gara, qualità, leggerezza, comodità, tecnologia, minimalismo, efficienza. Da molti anni, gli atleti sponsorizzati dalla marca di Annecy partecipano attivamente alla progettazione di nuovi prodotti, ponendo particolare attenzione sulla gamma S-Lab destinata alle gare.

I prodotti che ho provato della gamma S-Lab modular rispettano queste stesse premesse. Materiale molto leggero: ti rendi conto all’istante che la libertà di movimento con questi prodotti sarà del 100%. A prima sensazione il materiale può apparire fragile, però, poco a poco, noti i dettagli e ti rendi conto della qualità del prodotto. Siamo sinceri, i prezzi di questo prodotto non sono bassi. Sappiamo che investono molto per sforzarsi di migliorare di anno in anno, ed è normale che questi sforzi si riflettano sul prezzo finale del prodotto. Però, la differenza di prezzo, rispetto a dei semplici pantaloni da corsa o a una normale maglia tecnica, è giustificata? O paghiamo ciò che comunemente definiamo come un di più per la marca? Analizziamo le prestazioni dei prodotti della gamma S-Lab modular di Salomon che ci hanno fatto provare. Ho voglia di sapere cosa si sente nel vestirsi come un corridore professionista, di quelli che vedi in prima fila nelle gare più importanti del mondo. Avanti!



Descrizione materiale:
Innanzitutto mi piacerebbe descrivere elemento per elemento e poi il comportamento generale:

S-LAB Sense Boxer: primo strato, o capo intimo. Sarebbe, delle tre proposte della marca, il più corto, leggero e quello che offre maggiore sensazione di libertà. Sulla cintura del sense boxer troviamo tre bottoni frontali e tre bottoni posteriori. Questa particolarità non è affatto casuale, anzi, tutto il contrario. Al S-lab sense boxer si può adattare, se si vuole, il S-Lab Modular belt, restando, quest’ultimo, perfettamente unito.

Nella zona della cintura troviamo un’altra particolarità, ed è che tutto il contorno della cintura è antiscivolo affinché non si sposti nemmeno di un millimetro quando corriamo. Un’altra caratteristica è che ha due tasche elastiche, una su ogni gamba, nel caso in cui volessi portare un gel, le chiavi di casa o anche il telefono cellulare.

S-LAB Short 4 i Short 6: La differenza tra questi due modelli è la lunghezza e in questo caso il colore. Le altre caratteristiche sono le stesse. Dal mio punto di vista, minimalismo totale, non avevo mai avuto in mano un pantalone come questo. Non ha cordoncini, non ti puoi regolare il pantalone in vita. Se hai perso 4 kg, lo perderai non appena esci dalla porta di casa, secondo me forse in questo caso si tratta di un errore. Sono abituato a legare in vita il pantalone per correre e mi fa uno strano effetto indossarlo e basta. Sì, è vero che l’aderenza che ha è impressionante. Nelle due parti laterali del pantalone ci sono due parti in gomma sulla cintura per creare una migliore aderenza. Le parti di gomma non circondano tutta la cintura. Il resto è dello stesso materiale antiscivolo che fa sì che il pantalone resti attaccato alla nostra pelle e ci segua ovunque andiamo. Direi, e credo che sia quasi ovvio, che conviene scegliere una taglia più piccola di quella che indossiamo. Nella parte posteriore della gamba destra i due modelli di pantaloni presentano elementi riflettenti in modo che ci vedano durante i nostri allenamenti o gare notturne.

S-LAB Sense tank : Trasparente, ci si può vedere attraverso, senza problemi. Con fori realizzati con il laser nella zona del petto. A primo impatto già si vede che non ci farà avere caldo,  nemmeno in piena estate. Non c’è nessuna cucitura sulla maglia che ci possa dare fastidio. Sulla parte superiore destra della schiena presenta elementi riflettenti.

S-LAB Modular belt :Hanno separato gli elementi come se fosse un puzzle. Sul pantalone non c’è nessuna cerniera per portare oggetti importanti come le chiavi di casa o il telefono cellulare. Solo se indossiamo i sense boxer potremo portare queste cose nelle tasche laterali dello stesso.

Cintura molto elastica con 4 scompartimenti senza cerniera. L’aderenza al corpo è eccezionale, e grazie alla stessa elasticità del modular belt, le tasche restano chiuse. Ogni tasca ha una linguetta di tela per rendere più semplice l’accesso al contenuto del suo interno.

S-LAB Support Half Tight: appartiene ai capi classificati come primi strati o capi intimi. Condivide determinate caratteristiche con il S-Lab Sense Boxer, le giunture anteriori e posteriori del S-Lab Modular Belt, le due tasche laterali e la cintura antiscivolo.

 S-lab Support Half Tight, ha una tecnologia di correzione posturale integrata, sulla parte anteriore e posteriore.

Comportamento durante la corsa:
Sono andato a correre con il pantalone Salomon agile, che è quello con il quale ho corso fino ad ora, e con il Modular Belt. Con i Sense Boxer e il Modular Belt, dovutamente regolato e l’S-Lab Short 4. Con l’S-Lab Support Half Tight unito all’S-Lab Short 6 e all’S-Lab short 4 e 6 con il Modular Belt e ovviamente con la maglia S-Lab Sense Tank. Ho provato a fare tutte le combinazioni possibili, tranne uscire solo con l’S-Lab Sense Boxer, non ne ho avuto il coraggio.

Il comportamento di questo materiale è eccezionale. Credo che sia la cosa più simile al correre nudi. La sensazione di libertà è totale. Non c’è nessuna cucitura che possa strisciare o dar fastidio, ogni minima brezza viene colta. L’aderenza del materiale, perfetta, ti accompagna in tutti i tuoi movimenti senza che tu ti accorga di esso. È una sensazione difficile da descrivere però fantastica da provare. Sinceramente, in tutti gli anni che ho corso, non mi ero mai sentito così comodo. Per quanto possa fare caldo, non si notano né la maglia, né gli strati interni, né l’S-Lab Sense Boxer, né l’S-Lab Support Half Tight umidi per il sudore e il pantalone non resta attaccato alle gambe. La traspirazione di questi indumenti è eccezionale. Non appena terminata l’attività, è questione di minuti, i vestiti restano completamente asciutti. Non assorbono nemmeno gli odori, li ho utilizzati per vari giorni di seguito e non ho notato nessun cattivo odore.

Sembra che abbia solo buone parole per il completo S-Lab modular, però non è così. Ci sono un paio di cosette negative che devo far notare.

La prima è che non mi piace il fatto che il pantalone non si regoli come il resto dei pantaloni che ho avuto fino ad ora, con dei cordoncini. È vero che il tutto, anche se mi va un po’ grande (avrei dovuto prendere una XS), nelle uscite che ho fatto non si è mosso per niente. Immagino che sia questione di abitudine, però nel caso in cui un corridore perda due o tre chili, non lo potrà utilizzare, e questo credo che sia un problema. Invece, con un elemento di regolazione tradizionale, potrebbe continuare ad utilizzare il pantalone anche se gli va grande. È vero che, se utilizzi l’S-Lab Modular Belt sullo short, ti aiuterà a mantenerlo al suo posto e lo farà aderire ancora di più in vita.

La resistenza e durata di tutti i vestiti che ho provato sembra essere molto buona. Non si vedono segni di usura e i due pantaloni sono intatti, nonostante siano rimasti aggrappati a qualcosa di appuntito. Leggeri, comodi e resistenti, ottimo lavoro!

E qui arriva la seconda valutazione negativa. Devo dire che nell’S-Lab Modular Belt sono comparsi segni di usura. Ha perso la forma iniziale, l’usura è minima, però il cambiamento si vede e per piccolo che sia, mi ha sorpreso che si sia verificato così presto. Continua ad aderire molto bene, però durante l’ultima uscita l’ho caricato un po’ di più del normale per vedere come reagiva: due soft flask da 250ml, uno davanti e uno dietro, lateralmente, una giacca a vento, il cellulare e una barretta energetica. Fino ad ora l’aderenza era stata perfetta, davvero, non mi accorgevo nemmeno di ciò che portavo, senza rimbalzi né fastidi. Molto comodo. Però durante l’ultima uscita mi cadeva. Mi ha dato un po’ di fastidio, fino a che ho capito che inserire oggetti durante la corsa non è complicato, dato che l’accesso all’interno delle tasche è reso molto semplice dalle linguette. La distribuzione del materiale però è molto importante e inserendo la giacca a vento, tutto il resto e comprimendosi molto, ha fatto in modo che il Modular Belt non aderisse correttamente e iniziasse a cadere. Una volta che mi sono reso conto del motivo, ho trovato una soluzione e non ho avuto più nessun problema. Il problema l’ho risolto fermandomi, togliendo il contenuto, tornando a regolare correttamente la cintura e distribuendo di nuovo il materiale al suo interno e problema risolto. Non è stato molto difficile. Quando ho parlato di segni di usura, o deterioramento, mi riferivo solamente all’aderenza della cintura alla mia vita. La chiusura delle sue tasche continua ad essere perfetta. Il sistema di chiusura è molto semplice: utilizza l’elasticità della stessa cintura affinché si chiuda la parte superiore della tasca senza dover fare niente.

imagen 

Profilo degli utenti a cui consiglierei il prodotto
MIX AND PLAY! Esattamente come dice lo slogan della campagna di Salomon per promuovere la gamma S-lab Modular, credo che con le diverse combinazioni che offrono, questo materiale sia adatto a tutti i tipi di pubblico e distanze. Dobbiamo considerare che il prezzo di tutto il set completo non sarà basso. La spesa è rilevante per chi deve economizzare, dato che per il set intero andremmo a spendere circa 180 €, tra: Sense Boxer, S-Lab Short 4, Modular Belt e maglia Sense Tank. Direi che è la combinazione più economica. Ma il vantaggio è che tutti gli strati funzionano perfettamente anche da soli. Per cui, ogni utente sa quanto può spendere e che esigenze ha.

Il fatto di poter realizzare le combinazioni che più ti piacciono o si adattano ad ognuno, fa in modo che il pubblico di riferimento sia molto vasto. Se dovessi scegliere il materiale per le mie gare, lo classificherei nel seguente modo:

Vertical Kilometer: S-Lab Short 4 con l’S-Lab Sense Boxer e la maglia S-Lab Sense Tank.

Sono le gare più corte ed esplosive e abbiamo bisogno del materiale più leggero e confortevole. Con le due tasche dell’S-Lab Sense Boxer abbiamo abbastanza spazio per portare con noi un gel, nel caso serva.

Mezza maratona: S-Lab Sense Boxer con il Modular Belt, S-Lab Short 4 e la maglia S-Lab Sense Tank.

Aggiungendo il Modular Belt continuiamo con una combinazione che richiede massima velocità ma ci guadagniamo anche in capacità di carico per poter portare più materiale in gara.

Maratona: S-Lab Support Half Tight con il Modular Belt, S-Lab Short 6 e la maglia S-Lab Sense Tank.

Il Support Half Tight ci fornisce un maggiore supporto, aiutando a ridurre l’affaticamento muscolare. Man mano che i chilometri aumentano ringrazieremo quest’ulteriore supporto. Sicuramente l’organizzazione della gara richiederà materiale obbligatorio, in base a quale sia e dal numero di punti di ristoro della gara. Con questa combinazione potrete portare tutto ciò che serve.

imagen 

ASPETTI A FAVORE:
*Grande aderenza
*Libertà di movimento 100%
*Evacuazione del sudore
*Asciugatura quasi immediata
*Varietà di combinazioni
*Leggerezza e comodità

Contro:
*Mancanza dell’elemento di regolazione nel S-Lab Short 4 e 6.
*Deterioramento rapido del S-Lab Modular Belt.

 

Altezza

1.70 m

Peso

60 kg

Taglia

S

Luogo di nascita

España

Disfrutar la vida al 100% junto a mis personas queridas es mi motivación principal. Soy una persona inquieta y entiendo el deporte como forma de vida. Hace unos años me quedé totalmente enganchado a correr por montaña, y cada dia que pasa me gusta más y más. La sensación de libertad que me aporta este deporte és espectacular!!!

Altri post dello stesso autore

post

Arch max ungravity 3l

post

post

Arch max archfit ungravity socks

post

Speedcross4, le rolling stones delle scarpe da tra

post

Coreevo colortech

post

Nike pegasus 35 turbo “making runners faster"

post

Dynafit feline sl

post

Asics gel-fujitrabuco 8

post

Post correlati

post

Oggi vi presentiamo la marca altra running!

post

La mia prima maratona

post

Come scegliere una giacca impermeabile?

appstore googleplay
instagram facebook twitter

seguridad confianza

© Copyright 2009 by tradeinn.
TRADEINN RETAIL SERVICES, S.L.

Copyright 2009-2017 di Tradeinn. TRADEINN RETAIL SERVICES, S.L. CIF/IVA ES-B-17527524, C/ Pirineus, 9, 17460 Celrà (Girona), Spagna.