< Indietro | Inizia > E la frontiera…. In furgone!

E la frontiera…. In furgone!

Publication date 05/08/2016 00:00

#cebesontheroad starstarstarstarstar

Burocrazia, guasti, furgoni, polacchi in biciletta.... questa settimana è stata un po’ complicata per Paula e Miriam, pero come sempre continuano il loro viaggio, superando i problemi con un sorriso e con la voglia di realizzare il loro sogno! Non perdetevi il riassunto delle loro avventure.

cabecera

Dopo Baikal, abbiamo preso un treno verso Ulaan Ude e da lí iniziamo a pedalare di nuovo verso il confine con la Monglolia. Ora che ci siamo sbloccate con l’uso dei treni in Russia, ci sembra quasi facile... arrivate a destino ricominciamo a pedalare per kilometri e kilometri con le temperature che vanno via via salendo... fino a quando non ci vediamo obbligate a fermarci e a cercare rifiugio all’ombra per non scioglierci! Verso la sera un raggio della ruota di Paula decide di abbandonarci e.. non abbiamo niente per smontare la ruota e poterlo aggiustare.. ma per fortuna il destino  decide di darci una mano....

Alziamo la testa e .. eccoli! Due polacchi in bicicletta usciti dal nulla e pronti ad aiutarci!In un momento abbiamo il raggio cambiato e la ruota raddrizzata! Il problema adesso è che è entrata sporcizia e non gira come dovrebbe... quindi dobbiamo fermarci a Ulaan Bataar e trovare una soluzione. Finiti i lavori, facciamo qualche km con i nostri nuovi amici polacchi e al confine ci dividiamo.

 

E qui scopriamo che per tema burocratico, si puó passare la frontiera solo con un veicolo a motore e questo genera molte entrate extra per i tassisti! Appena uscite da un supermercato vicino al confine un signore della Mongolia si offre di aiutarci in cambio di un pagamento... che furbetti....! Non c’è altra soluzione: bici nel furgone e dopo 4 ore di fila e vari controlli, entriamo in Mongolia. Ci siamo! E’ notte, cerchiamo un posto lontano dal traffico per accamparci. Si ascoltano solo i rumori della natura e i cavalli che conversano fra loro!

 

Il giorno seguente ci svegliamo presto per utilizzare al massimo tutto il tempo “fresco” prima che il sole ricominci a splendere e  all’improvviso.... CRACK! Ruota bloccata! Questa volta ci aiuta un camionista russo e cerchiamo di trovare una soluzione peró non ci riusciamo.... e a questo punto non ci resta che alzare il pollice e aspettare che qualche furgone ci porti fino alla capitale!

Arriviamo a Darjan, un po’ arrabbiate per non aver potuto pedalare sulla strada che abbiamo visto dal finestrino del furgoneL Da qui il piano è prendere un treno e nella capitale trovare un meccanico per riparare la ruota! A Darjan visitiamo la statua di un Buddha e ci perdiamo fra la gente del posto!

 

imagen

Dopo due ore riusciamo a far capire alla signora della stazione che vogliamo due biglietti per noi con due biciclette… con la calma e un sorriso tutto passa e finalmente arriviamo alla capitale! Ci fermiamo, ci facciamo una doccia e andiamo a cercare il meccanico. Giriamo mezza cittá e troviamo una piccola officina che ci rimetterá le bici a nuovo!

 

E’ facile sostituire dei pezzi, piú complicato è aggiustarli e loro sono davvero bravi! Ci raccomandano di cambiare la catena e altri pezzi e a quel punto lasciamo le bici un giorno in piú e le passiamo a prendere il giorno dopo!

Ed è qui che inizia il processo burocratico piú lungo e complicato che abbiamo dovuto fare fino ad ora: il visto per la  Cina. Ci siamo preparate in tempo per questo, nervi e ore di attesa e alla fine ci siamo riuscite! Ci sentiamo libere! 5 giorni e il visto è nostro!

 

Mangiare nei ristoranti è davvero un piacere anche se il concetto di “Vegetariano” è un  po’ difficile da capire. Hanno molta carne a buon prezzo ma la frutta e verdura sono un lusso per pochi.

Yijha!

 

 

Altezza

1,70 m

Peso

69 kg

Taglia

69

Luogo di nascita

Catalunya (España)

Nos encanta sumar kilómetros sobre la bicicleta, ya sea para movernos o por la ciudad, entrenar o viajar. Descubrir lugares sobre dos ruedas te permite disfrutarlos de una manera mucho más próxima con el entorno. También estamos en: https://www.facebook.com/Cebes-on-the-Road-657363987699441/

Altri post dello stesso autore

post

Cebes on the road- progetto giappone 2016

post

corso di bicicletta... in mongolia!

Post correlati

post

Tubolari o copertoni?

post

Cebes on the road- progetto giappone 2016

post

Islanda coast to coast in bici!

appstore googleplay
instagram facebook twitter

seguridad confianza

© Copyright 2009 by tradeinn.
TRADEINN RETAIL SERVICES, S.L.

Copyright 2009-2017 di Tradeinn. TRADEINN RETAIL SERVICES, S.L. CIF/IVA ES-B-17527524, C/ Pirineus, 9, 17460 Celrà (Girona), Spagna.