< Indietro | Inizia > Training Camp Invernale Femminile

Training Camp Invernale Femminile

Publication date 12/03/2019 00:00

#trainingcamp starstarstarstarstar

cabecera

Il rifugio Estudis si trova a Espinavell, nel comune di Molló (Ripollès) nella Valle di Camprodon, nella provincia di Girona.  Ecco dove si trova Domini d'Isards: la stazione di trailrunning è il progetto nato da Eva Martinez.


La giornata è iniziata con il benvenuto di Eva Martinez (fondatrice di Domini d'Isards) e Laia Andreu (atleta professionista e campionessa europea di ciaspole). Dopo la sistemazione nelle rispettive stanze del rifugio, i primi saluti e le presentazioni, è iniziata la marcia.

Laia ci aveva preparato un circuito di forza con 12 stazioni per allenare i muscoli delle gambe, dell’addome e del tronco superiore. Le migliori sessioni di allenamento per la forza sono solitamente quelle in cui si abbina una buona esecuzione dell'esercizio (tecnica) a un buon sorriso sulle labbra. Qui è apparsa Silvia Leal (seconda classificata nel mondo del Vertical Kilometer) che, con la sua magia e il clima positivo, ha reso migliore quel momento con un buon ritmo musicale. Quindi, tra musica e sorrisi, l'allenamento della forza è stato molto più facile e più sopportabile.

Finiti i due giri ed esauste, abbiamo corso un po' per aiutare il corpo ad assimilare il lavoro svolto e abbiamo fatto alcuni progressivi. Laia Andreu ci consigliava e ci aiutava a capire l'importanza di questi esercizi e i successivi lavori di assimilazione. Incoraggiandoci a sviluppare entrambi nei nostri allenamenti quotidiani. Che piacere imparare da professionisti del genere!

Dopo il primo turno di allenamento, ci siamo spostate su una delle montagne vicine per continuare il lavoro della giornata. La seconda parte della giornata era composta da una serie di salite. Laia ci ha consigliato di svolgere un lavoro basato sul tempo. Ci ha proposto una serie in salita (siamo salite in cima e scese a passo svelto per recuperare) senza fermarci. A seconda del livello, abbiamo fatto 10 minuti, 20 minuti o 30 minuti di allenamento. Dopo l'allenamento abbiamo fatto un po’ stretching, che lì ai piedi della montagna è stato come trovare un’oasi nel mezzo del deserto, e assieme alle nostre risate, le battute e i selfie, l’atmosfera era molto piacevole. Siamo poi tornate al rifugio con una camminata veloce.  


Lì, siamo state accolte con frullato di frutta, ovviamente fatto con frutta di stagione, un piacere sensoriale che ci ha rigenerato molto. Dopo abbiamo fatto una doccia e siamo andati a pranzo.

I pasti sono stati indubbiamente il grande piacere e l'essenza pura del campo. Il team di Domini d'Isards ha fatto di tutto per offrire un menu adatto a tutte le esigenze e le intolleranze. Un Urrà per loro! Il pane senza glutine fatto in casa, l’humus di barbabietola, la nutella vegana fatta in casa e tutte le prelibatezze e i prodotti di qualità, locali e fatti in casa: formaggi locali, come il mató fatto in casa, la mousse di yogurt con latte fresco ... e tante altre deliziose prelibatezze che hanno deliziato il nostro palato. Tutti sono sempre stati molto attenti ed esigenti per offrirci solo il meglio. È stato come essere a casa. Un piacere unico.


Dopo il pranzo, il sorteggio. Il Trade Inn, il collaboratore ufficiale del Training Camp, ha offerto ai partecipanti 2 premi: delle ciaspole e un set di prodotti per allenarsi in casa (la vincitrice è stata Macarena) e mettere in pratica ciò che abbiamo imparato. Le ragazze erano molto felici e Laia ha iniziato subito a ispezionare le racchette per consigliare Marta (la vincitrice) su come utilizzarle per affrontare al massimo ogni falcata.

Dopo il sorteggio Anna Grífols ci ha offerto i suoi consigli nutrizionali per le donne sportive. In seguito, Núria Codina ci ha deliziato con una Master class d’ipopressione, che ci ha lasciato senza fiato ma con l'addome piatto e duro come una pietra. È importante essere consapevoli della necessità di introdurre questo tipo di allenamento nelle nostre routine come corritrici e come donne. Per migliorare la salute del nostro pavimento pelvico e correre in sicurezza senza paura.

Dopo le ipopressioni è arrivata Silvia Leal con la sua lezione di yoga. Saluti al sole, qualche respiro, un po’ di relax ed eravamo come nuove. Lo yoga è una disciplina che amplia i nostri limiti, rispetta il nostro corpo e ci consente di distenderci e rilassarci contemporaneamente. Perfetto dopo un'intensa giornata in montagna.

Dopo le attività, abbiamo cenato e poi siamo andate a dormire. Non ci fu nessuna uscita notturna perché la domenica alle 6.30 del mattino avevamo già iniziando la giornata con una super mega colazione nutriente.
 

Dopo la colazione, abbiamo iniziato la giornata con 4 saluti al sole e un po' di stretching per attivare il corpo. Dovevamo essere pronte per la mattinata di serie che Laia aveva preparato per noi. Questa volta il lavoro è stato composto da 4 serie di 1000 metri, dove gli ultimi 500 metri erano in salita. L'idea era di fare 1000 metri con un ritmo leggero e 1000 metri a 1 punto in meno per recuperare ma in modo leggero e attivo. Ci hanno confessato di aver fatto questi allenamenti in serie da 10. Abbiamo fatto le 4 serie, e poi alcune serie extra per coloro che avevano bisogno di più forza. Questo tipo di lavoro ci ha aiutato a ottenere maggior resistenza. Per la velocità, invece, era meglio eseguire serie più brevi. Dopo l'allenamento, una camminata a passo veloce fino alla macchina e ritorno al rifugio. Senza però rinunciare a qualche foto con le coordinatrici Laia e Silvia, che ci hanno accompagnato e incoraggiato in ogni momento. La giornata è stata accompagnata da un sole spettacolare e da panorami invidiabili, che hanno reso più facile assimilare ogni goccia di sudore. La felicità usciva da ogni poro della nostra pelle; noi donne, insieme facciamo molto più che condividere solo sport, noi condividiamo la vita.

Laia ha insistito sul fatto che per allenarsi avremmo dovuto includere: serie breve (velocità), serie lunghe (resistenza), circuito di esercizi (forza), esercizi di stretching, ipopressioni ed esercizi di respirazione per controllare il diaframma. Silvia ha aggiunto che la forza può essere lavorata in serie su delle scale, e dicendoci che lo yoga avrebbe offerto rispetto verso il nostro corpo. Ricordandoci che prima di tutto, dobbiamo sempre ricordarci di venerarlo.  

Ancora una volta, quando siamo arrivate al rifugio, ci aspettava un frullato per rigenerarci, una doccia e dello stretching per tonificare la muscolatura. In seguito, il dottor Quim ci ha istruito con una lezione di fisiologia nello sport. È stato molto interessante, ci ha aiutato a risolvere alcuni dubbi su come funziona il nostro corpo e su come dovremmo prenderci cura di esso. Così come le conseguenze di non ascoltare i campanelli di allarme e portarci troppo al limite. L'ultimo pasto insieme è stato accompagnato da una preghiera, ed è stato meraviglioso. Ci siamo salutate e siamo tornate a casa. Alcune ragazze dovevano percorrere diversi chilometri prima di arrivare a casa, ma erano comunque emozionate e felici. Siamo ripartite con un sorriso stampato in faccia, abbiamo vissuto un sacco di esperienze, speranze e ci siamo promesse di che ci saremmo riviste per condividere ancora tanti chilometri assieme. È stata un'esperienza affascinante e unica, che consiglio caldamente alle corritrici di montagna. Questo campo non vuol dire solo imparare ad allenarsi, ma anche a nutrirsi correttamente e a prendersi cura di sé stessa. Vuol dire essere consapevoli che possiamo ottenere ciò che vogliamo, ciò che ci prefissiamo e che con amore, affetto e buona compagnia non ci sono limiti che ci impediscono di realizzare i nostri sogni.

imagen

Altezza

m

Peso

kg

Taglia

Luogo di nascita

Spain

"No todo es correr pero correr lo es todo." Mi receta personal para seguir Corriendo a 3´30" es cultivar una fuerza de voluntad férrea, mucho amor propio y una dosis de locura que repose en un lecho de sonrisas. Y dejar que el resto fluya a temperatura ambiente.

Post correlati

post

Salomon x-ultra 2 gtx

post

Xperience sopravvive alla sfida garmin!

post

What would you take to everest? this is what killi

appstore googleplay
instagram facebook twitter

seguridad confianza

© Copyright 2009 by tradeinn.
TRADEINN RETAIL SERVICES, S.L.

Copyright 2009-2017 di Tradeinn. TRADEINN RETAIL SERVICES, S.L. CIF/IVA ES-B-17527524, C/ Pirineus, 9, 17460 Celrà (Girona), Spagna.